Aufrufe
vor 4 Jahren

Alta Qualità II - Economia 2012

  • Text
  • Adige
  • Alto
  • Bolzano
  • Brennero
  • Produzione
  • Aziende
  • Marchio
  • Prodotti
  • Galleria
  • Mercato
  • Radius
  • Economia

themenbereich attualità

themenbereich attualità 22 10/2012 10/2012 23 L’idrogeno diventa realtà Energia, tecnologia ambientale e mobilità sostenibile: si guarda all’Alto Adige. Una delle esigenze fondamentali oggigiorno verso la tecnologia non è solo quello dell’alta qualità della tecnologia stessa, ma che essa attribuisce in prima linea all’alta qualità di vita. E la salute siccome un ambiente sostenibile e non inquinato sono la base della qualità di vita. L’Alto Adige da qualche tempo riveste, in Italia ed anche oltre, un ruolo di primo piano per quanto riguarda sostenibilità dell’ambiente tramite tecnologie avanzate come energie rinnovabili, CasaClima ed altri sviluppi ecosostenibili. Anche nel settore della mobilità sostenibile ad emissioni zero l’Alto Adige è all’avanguardia. Dalla partecipazione a diversi progetti europei finalizzati alla realizzazione di autobus e veicoli ad idrogeno, passando per la realizzazione della prima infrastruttura dedicata all’idrogeno a Bolzano e grazie a numerose iniziative nel settore dei veicoli a batteria, anche in Alto Adige, passo dopo passo, l’elettromobilità sta “entrando in pista”. Il centro per l’idrogeno a Bolzano Sud L’impianto per l’idrogeno è in fase di realizzazione nella zona Sud di Bolzano, nei pressi dell’uscita autostradale. Questo progetto è cofinanziato dal fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) e realizzato dall’Istituto per Innovazioni Tecnologiche (IIT) in collaborazione con l’Autostrada del Brennero A22. Questo impianto non si limiterà a produrre l’idrogeno, stoccarlo e distribuirlo, ma fungerà anche da centro di formazione e addestramento, attivando la ricerca nel settore della tecnologia legata all’idrogeno. Gli edifici sono in fase di costruzione, seguirà l’installazione delle attrezzature tecniche. L’impianto entrerà in funzione a fine 2013. L’idrogeno prodotto inizialmente verrà utilizzato da cinque autobus con celle a combustibile Daimler-Mercedes. Saranno messi a disposizione, tramite un sistema di noleggio, anche 10-15 automobili. Elettromobilità, la risposta al “peak oil“? Abbiamo superato il punto di massima erogazione di petrolio, il cosiddetto “peak oil“, il fabbisogno mondiale, però, è in aumento. I tempi delle energie fossili a basso prezzo appartengono ormai al passato. Di ciò possiamo renderci conto ogni giorno alle pompe delle stazioni di servizio. Il grande cambio di paradigma, cioè il passaggio dal motore a scoppio al motore elettrico, dal petrolio quale carburante monopolistico ai carburanti prodotti a livello locale, solleva grandi punti interrogativi sia per le grandi multinazionali dell’industria petrolifera, sia per l’intera industria automobilistica. L’industria automobilistica dovrà investire ingenti risorse economiche nello sviluppo di nuove tecnologie. Al fine di assicurare un’elettromobilità efficace e diffusa vanno innanzitutto realizzate le necessarie infrastrutture, come ad esempio i distributori di idrogeno e le stazioni di carico. È necessario infine che, in vista del grande passo, la popolazione acquisisca fiducia nella maturità ed efficienza di queste tecnologie. Il futuro ci riserverà molteplici tecnologie nel settore mobilità e carburanti: l’utente sarà portato a scegliere il proprio veicolo ancor più in base alle proprie necessità – sia per quanto riguarda la tecnologia di mobilità, che per quanto concerne il carburante. Lo stato attuale della tecnologia – l’elettromobilità oggi I veicoli a propulsione esclusiva mediante batteria sono attualmente disponibili già in diverse categorie di veicoli: e-bikes, e-scooter ed anche alcune piccole automobili elettriche. Essi soffrono tuttavia di notevoli limitazioni nei confronti dei tradizionali veicoli a motore per quanto riguarda autonomia, tempi di “rifornimento” ed offerta di spazio. I veicoli con celle a combustibili – pertanto anche a propulsione elettrica, sono già testati in tutto il mondo dai grandi produttori automobilistici mediante flotte sperimentali, e dal 2015/16 saranno introdotti sul mercato. Essi hanno caratteristiche di autonomia, prestazioni, comfort e tempi di rifornimento assolutamente comparabili alle automobili attuali. Numerosi collaudi severi hanno confermato che lo sviluppo di questa tecnologia ha ormai abbandonato la fase iniziale, per entrare nella piena maturità. Nel 2011 la Daimler ha fatto un giro completo del mondo, attraversando tutte le zone climatiche con tre veicoli della Servizio all inclusive › Refrigerazione › Refrigerazione industriale › Climatizzazione › Assistenza Offriamo una consulenza personalizzata e il nostro know-how tecnico per elaborare soluzioni su misura, all’altezza delle vostre esigenze. Automazione Energie rinnovabili Elettrotecnica Via degli Artigiani 11-12 39040 Velturno T +39 0472 855342 info@obrist.bz.it www.obrist.bz.it [Cool] solutions Via E.-Fermi 4 - 39100 Bolzano - Tel. 0471 060020 - www.kkr.it inserat_radius_ita_190x67.indd 1 18.05.12 09:05 KKR_Radius_190x67mm_it.indd 1 25.10.12 15:11

© 2017 Weinbergweg 7 | 39100 Bozen | MwSt.-Nr.: IT00853870210 | Tel. 0471 081 561 | Fax 0471 081 569 | info@mediaradius.it